I frascatelli abruzzesi, la tradizione contadina in tavola

Un antichissimo e gustoso piatto tipico della tradizione contadina che sulle tavole delle famiglie abruzzesi “doc” non manca mai, soprattutto nel periodo natalizio: sono i frascatelli, detti anche “granetti” in alcune zone della regione. Si tratta di una minestra rustica che un tempo si consigliava alle donne che allattavano perché ritenuta, dalla medicina popolare, ottima per favorire la produzione di latte.

INGREDIENTI

Farina bianca e/o farina di grano di solina, acqua calda, olio evo, guanciale o pasta di salsiccia, aglio, cipolla, peperone dolce trito, peperoncino piccante, odori a scelta.

PREPARAZIONE

Cospargere su una spianatoia uno strato di farina, quindi spruzzatevi sopra acqua calda con le mani o con la “frasca” (una piccola spazzola fatta di ramoscelli o frasche) per far sì che la farina si rapprenda in piccoli grumi. Contemporaneamente con il palmo della mano o con le dita, girare in modo da formare delle piccole palline di pasta. Passare il tutto al setaccio per cui, una volta eliminata la farina non amalgamata con l’acqua, nel setaccio rimarranno dei piccoli grumi di pasta di forma irregolare del diametro di pochi millimetri. A questo punto in una pentola, preparare un soffritto aggiungendo all’olio di oliva un battuto con guanciale o pasta di salsiccia, aglio, cipolla, peperone dolce trito e peperoncino secco piccante e altri odori a scelta. Far rosolare il tutto. In un tegame far bollire abbondante acqua salata e mettere a cuocere i “frascarelli”. Durante la cottura aggiungere acqua o brodo in quantità tale da ottenere alla fine un composto molto denso. Versare nei piatti e cospargere con il composto preventivamente preparato.

Vi potrebbe interessare anche:

https://www.fuoriporta.org/itinerari/le-cascate-del-verde-uno-spettacolo-naturale-200-metri-daltezza/

 

 

Vi potrebbe interessare anche:

Nessun correlato trovato