Articoli

Discovering Cetona from prehistory to the present day

Cetona, nestled among the gentle Tuscan hills and surrounded by greenery, belongs to the prestigious club of the most beautiful villages in Italy and is known in particular for two reasons. First of all for the specific Museum dedicated to prehistory, and secondly for the Archaeological Park Naturalistic of Belverde, where you can visit some of the caves where the first men lived from the Paleolithic to the Bronze Age. This stretch of Tuscany, in fact, was inhabited already in ancient times at the Etruscan and Roman times, while during the Middle Ages Cetona was fortified by Siena: the Rocca, three doors and remarkable remains of the Sienese walls can still be visited. A large and enchanting square welcomes the tourists hiding from the eyes the alleys of the historic center, to go all in one breath to the beautiful Rocca overlooking the village and which, dating back to the 10th century, is probably the oldest part of the town. Here in Cetona the Collegiate Church – which owes its unique charm to the presence of several architectural styles – the Convent of San Francesco and the Romitorio, set in a particular natural setting, are also worth a visit.

You may also be interested in:

https://www.fuoriporta.org/ricetta/siena-pane-pomodori-cipolle-e-la-panzanella-e-servita/

Itinerari

A Sansepolcro lungo le tracce di Piero della Francesca

Narra la leggenda che il borgo viene fondato nel 934 da due pellegrini, Arcano ed Egidio che, di ritorno dalla Terra Santa, sostano in questa valle e qui restano in seguito ad un segno divino. Di certo Sansepolcro, che sorge nella splendida Valtiberina Toscana, è famoso in tutta Italia per aver dato i natali, nel 1415, al famoso pittore Piero della Francesca. Qui è possibile passeggiare alla scoperta delle tracce lasciate di uno dei più grandi pittori del Quattrocento. A partire dal Museo Civico ospitato nell’antico Palazzo della Resistenza, dove si possono ammirare due delle sue opere più famose: il “Polittico della Misericordia” e la “Resurrezione”. Per proseguire con la Casa di Piero, un elegante edificio rinascimentale sede della Fondazione Culturale Piero della Francesca; al suo interno è possibile visitare una mostra multimediale che permette di compiere un percorso innovativo e di conoscere da vicino la vita di questo grande artista. Da non perdere, infine, anche l’affresco la Madonna del Parto, realizzato intorno alla metà del XV Secolo è ospitato all’interno dell’omonimo museo, a pochi chilometri di distanza da Sansepolcro.

Pomarance e il suo centro storico medievale

Custodisce gelosamente uno dei centri storici medievali meglio conservati di tutta la Toscana. E’ Pomarance, in provincia di Pisa, che sorge tra Volterra e Massa Marittima, in un territorio sospeso tra le colline verdeggianti della regione, il mare e il fiume Cecina. Una visita alla scoperta di questo piccolo gioiello non può che iniziare da Porta alla Pieve, che conduce in pochi passi nella parte più antica del borgo, dove merita una visita la Pieve di San Giovanni Battista; proseguendo per via Mascagni si raggiunge piazza Cavour, il cuore del quartiere medievale: la chiesa parrocchiale conserva i preziosi dipinti di Cristofano Roncalli e Nicolò Cercignani. Il tour prosegue poi lungo via Roncalli su cui si affaccia Casa Bicocchi, una tipica residenza borghese del XIX secolo, una casa-museo che offre uno spaccato interessante della vita di una delle famiglie più influenti di quel periodo. Proseguendo ancora su via Roncalli si arriva a Palazzo Ricci, che ospita la mostra permanente Guerrieri e Artigiani: 6 sale con un percorso che illustra la storia del territorio dal Paleolitico al Rinascimento. Merita una visita anche la Rocca Sillana, una fortezza che domina dall’alto il territorio circostante, la Valle del Pavone e tutta l’area geotermica.

 

 

Alla scoperta di Cetona, dalla preistoria ai giorni nostri

Adagiata fra le dolci colline toscane e immersa nel verde, Cetona appartiene al prestigioso club dei borghi più belli d’Italia ed è conosciuta in particolare per due motivi: innanzitutto per il particolare Museo dedicato alla preistoria, e in secondo luogo per il Parco Archeologico Naturalistico di Belverde, dove è possibile visitare alcune delle grotte nelle quali vissero i primi uomini dal Paleolitico all’Età del Bronzo. Questo tratto della Toscana, infatti, fu abitato già in tempi antichissimi all’epoca etrusca e romana, mentre durante il medioevo Cetona fu fortificata da Siena: tutt’ora sono visitabili la Rocca, tre porte e notevoli avanzi della cinta muraria senese. Una grande e incantevole piazza accoglie i turisti nascondendo agli occhi i vicoli del centro storico, da percorrere tutti d’un fiato fino alla bellissima Rocca che sovrasta il borgo e che, risalendo al X secolo costituisce probabilmente la parte più antica dell’abitato. A Cetona meritano una visita anche la Chiesa della Collegiata – che deve il suo particolare fascino alla compresenza di più stili architettonici – il Convento di San Francesco e il Romitorio, incastonati in una particolare cornice naturale.