Articoli

Isola Ariano Polesine

The island of Ariano in the Polesine, where the Po is separated into two branches

A natural wonder to admire by bicycle, along more than 60 kilometers of asphalted road rarely visited by cars. It is the island of Ariano in Polesine, a section of the province of Rovigo, which has always been linked to the largest Italian river.

Here, in fact, the Po separates in two branches at Santa Maria in Punta: in the middle of the island of Ariano which extends into a large reclaimed countryside, then the two main branches approach almost touched at “Ca ‘Vendramin”, near the bridge crossing the Po of Gnocca and leads to Porto Tolle. It is the inner part of the vast Delta wedge, an area that did not exist in antiquity, the result of reclamation, artificial channels and embankments, especially of the Serenissima.

Here you can go all the way to the banks of the Po of Venice and the Po of Goro, around the ring of the river island of Ariano in the Polesine; as well as Ariano, you can admire the areas of Taglio di Po, Corbola, Santa Maria in Punta e Rivà. But, also the old abandoned farmhouses are very interesting. Starting with “Ca ‘Vendramin”: within a short distance you can also visit the Bonifiche Museum, well visible along the main road to Porto Tolle, characteristic for the high chimney.

The alternative routes allow, using old ways on ancient coastal dunes used since Roman times and in the Middle Ages, to return to the Po of Goro at St. Basilio an important archaeological site with a beautiful exhibition of recent finds, or at Rivà immediately in front in the ancient Castello di Mesola on the Ferrara side of Po di Goro.

You may also be interested in: https://www.fuoriporta.org/eventi/porto-tolle-ro-la-cozza-edop-si-gusta-tavola-dal-25-al-28-maggio/

Itinerari

Isola Ariano Polesine

L’isola di Ariano nel Polesine, dove il Po si separa in due tronconi

Una meraviglia naturalistica da ammirare in bicicletta, lungo più di 60 chilometri di strada asfaltata molto poco frequentata dalle auto. E’ l’isola di Ariano nel Polesine, tratto della provincia di Rovigo legata da sempre a doppio filo al più grande fiume italiano. Qui infatti il Po si separa in due tronconi a Santa Maria in Punta: nel mezzo l’isola di Ariano che si allarga in una vasta campagna bonificata, quindi i due rami principali si riavvicinano fin quasi a toccarsi a Ca’ Vendramin, nei pressi del ponte che attraversa il Po di Gnocca e conduce a Porto Tolle. Si tratta della parte più interna del vasto cuneo del Delta, territorio che non esisteva nell’antichità, frutto di bonifiche, canali artificiali e arginature ad opera soprattutto della Serenissima. Qui è possibile percorrere integralmente gli argini del Po di Venezia e del Po di Goro, intorno all’anello dell’isola fluviale di Ariano nel Polesine; oltre ad Ariano, è possibile ammirare gli altri abitati principali come Taglio di Po, Corbola, Santa Maria in Punta e Rivà. Ma sono molto interessanti anche le antiche cascine abbandonate, a partire da quella di Ca’ Vendramin: a poca distanza è possibile visitare anche il Museo delle Bonifiche, ben visibile lungo la strada principale per Porto Tolle, caratteristico per l’alta ciminiera. I percorsi alternativi permettono, servendosi di vecchie vie su antiche dune costiere utilizzate sin dal tempo dei romani e nel medioevo, di giungere nuovamente sui Po di Goro a S. Basilio importante sito archeologico con una belle mostra di recenti ritrovamenti, o a Rivà immediatamente di fronte all’antico Castello di Mesola posta sul lato ferrarese del Po di Goro.

Vi potrebbe interessare anche:

https://www.fuoriporta.org/eventi/porto-tolle-ro-la-cozza-edop-si-gusta-tavola-dal-25-al-28-maggio/