Tolle e fave, i sapori dell’Abruzzo contadino nel piatto

E’ un piatto che “nasce” nel mese di maggio ma che, come vuole la tradizione contadina da cui deriva, si consuma per tutto l’anno, per il suo gusto unico e l’alto potere nutritivo. Le tolle sono i germogli delle piantine dell’aglio, in pratica la parte centrale, quello stelo che se non viene tolto fiorisce e non permette all’aglio di maturare.

INGREDIENTI

Per due persone: un mazzetto di tolle, mezzo chilo di fave sbucciate, olio evo, sale, acqua e peperoncino.

PREPARAZIONE

Prendere un mazzetto di tolle, reciderle all’altezza del bocciolo che hanno in cima e spezzettarle. Metterle in pentola con un fondo di olio extravergine d’oliva, acqua, sale e basilico e quando si sono ammorbidite, aggiungere le fave sbucciate e lavate. Lasciare cuocere fin quando la buccia delle fave non sarà raggrinzita, aggiungere del peperoncino e servire.

 

Vi potrebbe interessare anche:

https://www.fuoriporta.org/ricetta/i-cazzarielli-con-fagioli-labruzzo-in-tavola/

Vi potrebbe interessare anche:

Nessun correlato trovato