Pappardelle al ragù di cinta senese

In quanti modi si può preparare un ragù? Da nord a sud sono decine le ricette tradizionali che differiscono a volte in piccoli particolari, a volte nell’uso delle materie prime. In una delle città più famose della Toscana, ad esempio, si utilizza la cinta senese, frutto del prelibato suino locale.

INGREDIENTI

500 gr Farina 00, 3 Uova, q.b. Sale, q.b. Acqua, Polpa di cinta senese, 1 Costola di sedano, ½ Cipolla, 1 Spicchio di aglio, 1 Carota piccola1 Ciuffetto di prezzemolo, 4 Pomodori rossi a grappolo, 1 Bicchiere di vino bianco, 1 Bicchiere Olio Extra Vergine d’Oliva, q.b. Sale

PREPARAZIONE

Con una mannaia battere su un tagliere la carne e tutti gli odori: sedano, cipolla, aglio, carota, prezzemolo. In una padella piuttosto larga, mettere a scaldare l’olio, aggiungere tutto il battuto degli ingredienti, salare, pepare, far rosolare per qualche minuto e poi sfumare con il vino bianco. Nel frattempo sbollentare i pomodori in acqua bollente, pelarli, tagliarli a dadini ed aggiungerli alla carne insieme a qualche mestolo di acqua calda o brodo vegetale. Abbassare la fiamma, coprire con un coperchio e cuocere a fuoco lento per circa 2 ore e mezza. Cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata e saltarle nella padella con il ragù.

Vi potrebbe interessare anche:

https://www.fuoriporta.org/itinerari/alla-scoperta-di-cetona-dalla-preistoria-ai-giorni-nostri/

 

Vi potrebbe interessare anche: