“Li Furbi co l’abbiti”, il mare in tavola a Civitanova Marche

E’ un piatto tipico della cucina civitanovese che affonda le proprie radici nelle origini stesse dell’attività marinara. “Li Furbi co l’abbiti” nasce infatti dall’incontro delle ricette tradizionali con i frutti della faticosa pesca quando i civitanovesi, scesi dai colli circostanti, si riappropriano della costa e del mare, fino ad allora regno incontrastato dei Mori e dei pirati. La semplicità di questa ricetta popolare ha reso, nel tempo, l’accostamento degli ingredienti quasi indissolubile, almeno nella cucina popolare di Civitanova.

INGREDIENTI

Polpi di media dimensione, 400 g di bietole pulite e lavate, 500 g di polpa pomodori o pelati, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro, trito di aglio, cipolla, carota e sedano, vino bianco per sfumare, olio extra vergine, sale e pepe qb

PREPARAZIONE

I polipi devono essere prima di tutto battuti per rendere la carne più morbida; poi devono essere puliti togliendo le interiora, gli occhi, la pelle e lavati più volte affinché perdano la sabbia. Una volta asciugati, tagliarli a pezzettoni e metterli in una pentola a soffriggere con l’olio, l’aglio, il prezzemolo, la cipolla, i pomodori rossi a pezzi. Poi aggiungere un po’ di vino bianco, il peperoncino rosso e il sale. A metà cottura, aggiungere le foglie di bietola (abbiti) pulite, le patate tagliate e ancora sale quanto basta. Infine condire la polenta densa e consistente in modo che il sugo sia assorbito.

 

Vi potrebbe interessare anche:

 https://www.fuoriporta.org/ricette/la-zuppa-di-cicerchia-e-ortaggi-dallabruzzo-alle-marche/

 

Vi potrebbe interessare anche:

Nessun correlato trovato