Le taccole alla paesana, semplici e gustose

Originarie del bacino del Mediterraneo e del vicino Oriente, le taccole sono un frutto che, a differenza della maggior parte dei legumi, è interamente commestibile, dai semi fino al baccello. In cucina, sono ottime crude in insalata o come antipasto, o stufate nel burro, intere o a pezzi, lessate e condite con olio e limone o passate nel burro. Ecco una ricetta semplice e veloce, ma al contempo davvero gustosa.

INGREDIENTI

 Taccole 800 g, Cipollotti 2, Pomodori 300 g, Olio di oliva extravergine 3 cucchiai, Sale e Pepe q.b.

PREPARAZIONE

Mondate le taccole, spuntatele con l’aiuto di un coltello affilato, privatele dei filamenti e lavatele.  Pulite i cipollotti, eliminate le foglie esterne più dure e le radici; lavateli e affettateli finemente. Fateli appassire, senza lasciarli colorire, in un tegame con l’olio a fuoco dolce; aggiungete le taccole e fatele insaporire per 2 minuti. Bagnate con 1 di d’acqua e cuocetele a fuoco moderato e a tegame coperto, per 15 minuti circa. Salate e pepate. Nel frattempo sbollentate i pomodori, privateli della pelle, dei semi e dell’acqua di vegetazione e tritateli grossolanamente. Aggiungeteli alle taccole e continuate la cottura per 10 minuti, mescolando ogni tanto. Servite la preparazione ben calda.

Related Posts