Il fallone, rustico tipico di Stimigliano

Un rustico legato a doppio filo al piccolo paese laziale di Stimigliano, le cui massaie lo preparano da tempo immemorabile. Il fallone è un rustico nato dalla tradizione contadina, preparato seguendo ancora oggi un’antica ricetta a base di pasta di pane, ripiena di erbe aromatiche, condita con olio di oliva della Sabina e cotta nel forno a legna.  Per i più golosi, alle volte il ripieno viene anche arricchito con della gustosissima salsiccia sbriciolata.

INGREDIENTI

2 bicchieri di acqua, 25 gr di lievito di birra, 1 kg di farina, 1 cucchiaio di sale, 2 cucchiaini di zucchero, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, verdure.

PREPARAZIONE

Intiepidire l’acqua e scioglierci dentro il lievito di birra. In una ciotola capiente versare la farina, il sale, lo zucchero e l’olio. Aggiungere il lievito sciolto ed impastare finché il composto non diventa omogeneo, e creare delle palline di pasta. Lasciare lievitare l’impasto in un luogo fresco e asciutto per circa 3 ore. Nel frattempo preparare le verdure per riempire i falloni, tagliandole finemente e condendole con sale olio ed aglio. A lievitazione ultimata ricavare dalle palline di pasta dei quadrati e farcirli con 2 cucchiai di verdura ciascuno e chiuderli dandogli la classica forma fallica. Spennellare i falloni con dell’olio e infornare a 220° per circa 30 minuti.

 

Vi potrebbe interessare anche:

 

https://www.fuoriporta.org/ricetta/maccheroni-fezze-primo-piatto-simbolo-della-sabina/

Vi potrebbe interessare anche:

Nessun correlato trovato