I calamaretti alla voltapiatto di Gaeta

Una sorta di “frittata” di mare, non per gli ingredienti, ma per il loro particolare processo di preparazione. I calamaretti alla voltapiatto (noti a Gaeta anche con il nome di “calamerelli”) prendono il nome dalla “manovra” che si deve compiere prima di servirli in tavola.

INGREDIENTI

400 grammi di calamaretti freschi, farina, olio extra vergine, 1 spicchio d’aglio, peperoncino

PREPARAZIONE

Mettete su un fuoco vivace una padella in rame, con poco olio. Quando l’olio è molto bollente versateci i calamaretti infarinati e con una forchetta schiacciateli e compattateli contro il fondo della padella, in modo da fare una schiacciata. Cotti da un lato, li dovete capovolgere come una frittata. E’ questa l’operazione più difficile, attenti a non scottarvi con l’olio: prendete un piatto dello stesso diametro interno della padella, coprite i calanaretti, togliete la padella dal fuoco, e con un colpo secco capovolgetela, poi aggiungete nella teglia altro olio, e quando di nuovo frigge, fateci scivolare dentro la schiacciata di calamaretti.
I calamaretti vanno ben asciugati prima d’infarinarli, altrimenti possono scoppiettare durante la cottura.

 

 

Related Posts