Il “bisato in tecia”, ovvero l’anguilla alla Vallesana

Noto nel resto d’Italia come anguilla alla Vallesana, il “bisato in tecia”, è un secondo piatto tipico Veneto. Si tratta di una ricetta dalle radici antichissime, nata nella zona dei casoni delle valli dove questa specialità si pescava in abbondanza.

INGREDIENTI

Aceto 30 grammi, Aglio 2 spicchi, Alloro 2 foglie, Anguille 1 chilo, Burro 40 grammi, Vino bianco 1 bicchierino, Olio 2 cucchiai, Pangrattato 30 grammi, Pomodori 4, Prezzemolo 1 ciuffo, Salvia 2 foglie, Sale e pepe q. b.

PREPARAZIONE

Pulire le anguille, privandole della testa e tagliandole a pezzi. In una terrina mettere l’aceto e le foglie di alloro e disporvi i pezzetti di anguilla a marinare per un tempo non inferiore a due ore. Nel frattempo in una padella friggere gli spicchi di aglio pulito con l’olio extra vergine di oliva e il burro fatto preventivamente sciogliere in una casseruola. Prendere i pezzi di anguilla marinata, impanarli nella farina e metterli in padella insieme all’aglio. Cuocere a fuoco alto per qualche minuto in modo che i pezzetti di pesce insaporiscano, dopodiché innaffiare il tutto con il vino bianco e aggiungere le foglie di salvia. A parte passare la polpa di pomodoro al setaccio e aggiungerla al resto degli ingredienti. Cuocere per venti minuti a fuoco basso mescolando di tanto in tanto e salando quanto basta; cinque minuti prima di togliere la padella dal fuoco cospargere il tutto con il prezzemolo, quindi servire ben caldo.

Vi potrebbe interessare anche:

https://www.fuoriporta.org/eventi/divini-colli-valdobbiadene-treviso-veneto/

 

Vi potrebbe interessare anche:

Nessun correlato trovato