Il brustengo di Gubbio, la “piadina” umbra

Può ricordare la crescia sfogliata o la piadina romagnola, ma non ditelo agli abitanti di Gubbio! Il bustrengo è l’antipasto più amato nel borgo umbro, una focaccia bassa, cotta in padella e ottima per accompagnare salumi e formaggi, a partire dal prelibato prosciutto di Norcia.

INGREDIENTI

200 ml di acqua, 100 gr di farina 00, 1 cucchiaino di rosmarino fresco tritato, 200 gr di prosciutto crudo di Norcia, sale, olio extravergine d’oliva e pecorino grattugiato qb

PREPARAZIONE

Pesare la farina e miscelarla al sale e al rosmarino. Aggiungere l’acqua e mescolare il tutto con una frusta in modo da non creare grumi, fino a ottenere una pastella simile alla pastella delle crespelle. Lasciare riposare il tutto per 30 minuti. Ungere una piastra antiaderente con l’olio d’oliva e scaldarla bene. Far colare 2 mestoli di pastella alla volta e allargarli bene in modo da formare un disco. Abbassare la fiamma e cuocere il brustengo per 10 minuti. Rigirare il disco e cuocerlo altri 5 minuti sull’altro lato. Una volta cotto, trasferire il brustengo su un piatto. Cospargerlo a piacere di pecorino grattugiato e tagliarlo a spicchi. Servirlo caldo accompagnandolo da prosciutto crudo e salumi.

Vi potrebbe interessare anche:

https://www.fuoriporta.org/eventi/calvi-dellumbria-tr-riscopre-il-suo-passato-con-la-festa-di-s-pancrazio-11-14-maggio/