La porta d’accesso al vulcano siciliano: Zafferana Etnea

La bellezza del luogo rapì Franco Zeffirelli, il regista di fama internazionale che proprio qui decise di ambientare diverse scene del film “Storia di una Capinera”. Situato a circa 700 metri sopra il mare nei pressi di Giarre e Acitrezza, Zafferana Etnea è una delle principali porte d’accesso per visitare l’Etna ed è uno spettacolare balcone in pietra lavica che si affaccia dal versante orientale del vulcano, direttamente sulla costa del Mar Ionio. L’agglomerato urbano si raccoglie intorno al suo centro storico, caratterizzato dalle basole in pietra lavica, dalla Chiesa di Maria Santissima della Provvidenza e del Municipio. La prima fu edificata a partire dal 1731 ma soltanto il secolo nel successivo ultimata; l’esterno si mostra in pietra bianca di Siracusa con chiare fattezze barocche. Al suo interno è custodito l’Altarino della Madonna della Provvidenza, più volte invocato e portato in processione per salvare Zafferana dalle colate laviche che ne hanno più volte lambito la parte superiore della città. Il Municipio invece è stato recentemente restaurato, dopo essere divenuto inagibile a seguito del terremoto del 1984: oggi è ammirabile in un armonioso stile liberty.

Vi potrebbe interessare anche:

https://www.fuoriporta.org/eventi/i-prodotti-artigianali-siciliani-in-mostra-allottobrata-di-zafferana-etnea-ct-7-28-ott/