Il Lago Trasimeno, il parco e le sue isole

Con le sue acque basse e gli estesi canneti, è un’importante tappa di sosta e di nidificazione di migliaia di uccelli lungo le principali rotte migratorie. E’ l’Oasi “La Valle” del Trasimeno, che senza dubbio costituisce la parte naturalisticamente più interessante di tutto il bacino lacustre umbro. Dal sentiero principale dell’Oasi si accede alla Foresteria costituita da un’ampia sala da pranzo luminosa e silenziosa con angolo cottura, due confortevoli camere per un totale di dodici posti letto e due bagni ciascuno con vano doccia. La foresteria consente di vivere al meglio l’Oasi e di partecipare a tutte le attività: la visita guidata o con audioguida, il birdwatching dal pontile, l’inanellamento scientifico degli uccelli, i censimenti invernali, la caccia fotografica dall’osservatorio o le foto al paesaggio. E’ inoltre un ottimo punto di partenza per scoprire le tre isole del Trasimeno, a partire da Isola Polvese – la più estesa – che conserva interessanti reperti come la Chiesa di San Secondo, il Monastero Olivetano, la Chiesa di San Giuliano, un Castello del XIV secolo recentemente restaurato. Posta nel territorio del Comune di Tuoro sul Trasimeno, Isola Maggiore (nella foto) è invece l’unica abitata e conserva il caratteristico aspetto del villaggio quattrocentesco creato dai pescatori. Nel 1211 San Francesco d’Assisi vi si recò in eremitaggio per la Quaresima; ancora oggi è possibile ammirare la Cappella che ricorda lo sbarco dopo la traversata del lago Trasimeno in tempesta, e lo scoglio dove il Santo si soffermò a pregare. Chiamata fin dai primi del novecento “isoletta”, Isola Minore fa invece   parte del Comune di Passignano sul Trasimeno, è di proprietà privata ed è disabitata.

Vi potrebbe interessare anche:

https://www.fuoriporta.org/ricetta/dallumbria-la-zuppa-lenticchie-castelluccio/